ItalianEnglish
Menu principale
Home
News
George Martin
"Il Trono di Spade" serie TV
I Sette Regni
Immagini
Download
Forum
GuestBook
Sala del Trono
Credits
Disclaimer
Contatti
Link
Visitatori
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi492
mod_vvisit_counterIeri913
mod_vvisit_counterQuesta Settimana492
mod_vvisit_counterQuesto mese19614
mod_vvisit_counterTotale2759910
Advertisement
This A Ring of Ice and Fire site
is owned by AXL.
A Ring of Ice and Fire
[ Home | List | Random | Join ]
Ultimi Aggiornamenti
Profezie da I Guerrieri del Ghiaccio
giovedý 27 dicembre 2012

AVVERTIMENTO DI QUAITHE     "Adesso ascoltami, Daenerys Targaryen. Le candele di vetro continuano a bruciare. Presto... Leggi tutto...
Profezie da Il Dominio della Regina
sabato 05 dicembre 2009

La Profezia di Maggy la Rana   «Quando sposerò il principe?» chiede la giovane Cersei. «Mai. Tu sposerai il... Leggi tutto...
Profezie da Tempesta di Spade
giovedý 05 giugno 2008

I Sogni del Fantasma di Cuore Alto Il Fantasma di Cuore Alto ha parecchi sogni profetici nei libri: "Ho sognato che vedevo ... Leggi tutto...
Profezie da La Regina dei Draghi
giovedý 05 giugno 2008

La Casa degli Eterni Nel lasso di tempo trascorso nella Casa degli Eterni, Dany sente e vede alcune cose. Alcune di queste visioni sono... Leggi tutto...
Profezie da Il Regno dei Lupi
giovedý 05 giugno 2008

La Canzone di Macchia Macchia, il giullare di Roccia del Drago, mostra un inquietante capacità di predire eventi con canzoni... Leggi tutto...
Profezie da Il Grande Inverno
giovedý 05 giugno 2008

Lo Stallone che cavalca il Mondo "Veloce come il vento egli cavalca, e dietro di lui, il suo Khalasar copre tutta la terra, uomini... Leggi tutto...
Profezie da Il Trono di Spade
giovedý 05 giugno 2008

I sogni di Bran Guardò verso est. Vide un grande vascello sfrecciare sulle acque del Morso. Sua madre era sola in una cabina, lo... Leggi tutto...
Profezie da La Regina dei Draghi
Scritto da Axl   
giovedý 05 giugno 2008

La Casa degli Eterni

Nel lasso di tempo trascorso nella Casa degli Eterni, Dany sente e vede alcune cose. Alcune di queste visioni sono profetiche, alcune sono riflessi del suo passato, altre sono rappresentazioni di un futuro che mai sarà.


In una delle stanze, una bellissima donna giaceva nuda sul pavimento, e quattro piccolissimi uomini le stavano addosso da tutte le parti. […] Uno dei nasetti stava pompando la donna in mezzo alle gambe. Un altro le dilaniava i seni, la sua bocca rossa e gocciolante mordeva i capezzoli, addentando, lacerando.


Questa è comunemente ritenuta la rappresentazione del bellissimo continente del Westeros “torturato” e “violentato” dai quattro re rimanenti che combattono su di esso (Renly è già morto in questo punto della storia).


Più oltre, Daenerys si ritrovò davanti a un’orribile carneficina. Cadaveri a mucchi giacevano gli uni sugli altri tra tavoli e sedie distrutti, in mezzo a laghi di sangue che andava raggrumandosi. Molti corpi erano mutilati, niente più arti, niente più teste. Mani mozzate si ostinavano a stringere coppe lorde di sangue, mestoli di legno, carne arrostita, fette di pane. Un sontuoso banchetto tramutato in un orrido mattatoio. Su un trono in posizione elevata sedeva un uomo morto. La sua testa era la testa di un lupo. Portava una corona di ferro. In pugno stringeva un cosciotto d’agnello, grottesca distorsione di un vero scettro. Gli occhi del lupo seguirono Dany in una muta, disperata invocazione.


Questa è chiaramente la descrizione delle Nozze Rosse. L’uomo con la testa di lupo e la corona di ferro è Robb, raffigurato nel modo in cui i Frey hanno cucito la testa di Vento Grigio sul suo corpo.


“Conosco questo luogo…” Ricordava bene I grandi architravi di legno, e le teste di animale scolpite che li ornavano. E fuori dalla finestra, c’era un albero di limoni!”


Questa è la casa con la porta rossa a Braavos dove Dany e Viserys hanno vissuto con Ser Willem Darry.


Oltre le porte di bronzo si apriva una cavernosa sala di pietra, la più grande che lei avesse mai visto. Dalle pareti incombevano teschi di draghi morti. Su un torreggiante trono irto di protuberanze acuminate, sedeva un vecchio riccamente vestito, dagli occhi neri e dai lunghi capelli grigio argentei. “Lascia che diventi il re di ossa carbonizzate e di carne bruciata” disse l’uomo sul trono a un altro uomo più in basso. “Lascia che diventi il re delle ceneri.”


Questo è Aerys, che comanda a Rossart di bruciare Approdo del Re con l’altofuoco. è la scena che Jaime descrive a Brienne ne “I Fiumi della Guerra”.


L’uomo aveva gli stessi capelli di suo fratello, (ma era più alto) e  i suoi occhi erano neri come ossidiana, non violetti.


“Aegon” disse alla donna che stava allattando un neonato su un grande letto di legno. “Quale nome migliore di questo per un re?”


“Comporrai una canzone per lui?” chiese la donna


“Ha già una canzone” rispose l’uomo “è il principe che venne promesso, e il suo canto è il canto del ghiaccio e del fuoco.”


Sollevò lo sguardo. I suoi occhi incontrarono quelli di Daenerys. Per un fugace momento, parve vederla, là in piedi oltre la porta.


“Deve essercene un altro” fu impossibile dire a chi l’uomo stesse rivolgendosi, se alla donna con il bimbo in braccio o a Dany. “Il drago ha tre teste.”


L’uomo è Rhaegar, la donna è Elia, il bambino Aegon. Sembrerebbe che Rhaegar conosca una sorta di profezia riguardante il principe che fu promesso e un drago con tre teste. Rhaegar sembra credere che due delle tre teste siano rappresentate dai suoi figli Rhaenys e Aegon, ma sembrerebbe che sia in errore, poiché Rhaenys è stata uccisa.
Ne "I Guerrieri del Ghiaccio" Aegon ha fatto la sua ricomparsa (anche se alcuni dubitano ancora della sua reale identità), e Daenerys potrebbe prendere il posto di Rhaenys. Jon Snow potrebbe essere la terza testa del drago, se risultasse essere figlio di Rhaegar e Lyanna, cosa non ancora certa e provata. La canzone del ghiaccio e del fuoco è ugualmente misteriosa, probabilmente parte della profezia trovata da Rhaegar.


…Madre dei draghi…figlia di tre…tre teste ha il drago…figlia della tempesta


“Tre teste ha il drago” è la stessa cosa che dice Rhaegar.


“Madre di Draghi” si riferisce al fatto che Dany ha risvegliato i suoi tre draghi dalle uova di pietra. “Figlia della tempesta” si riferisce alla tempesta durante la quale è nata Dany. “Figlia di tre” è più misterioso. Può riferirsi al fatto che è “rinata” con i suoi tre draghi, oppure per la ripetizione del numero tre, che ricorre in tutte le profezie seguenti.


“…tre fuochi dovrai accendere… uno per la vita, uno per la morte e uno per l’amore…”


Il primo fuoco è quello acceso da Dany sulla pira funeraria di Drogo, che ha dato vita ai draghi.


Il fuoco per la morte potrebbe indicare quello che scatena Drogon contro gli Eterni, uccidendoli. Oppure potrebbe significare il fuoco dei draghi che sarà usato contro gli Estranei. C’è comunque incertezza.


Il terzo fuoco è infine “un fuoco per l'amore”. Il significato rimane incerto: forse accenderà un fuoco per uccidere i suoi nemici o gli Estranei, e per questo lo amerà.


“...tre destrieri dovrai cavalcare… uno per il piacere, uno per il terrore e uno per l’amore…”


Quello cavalcato per il piacere è probabilmente Drogo. Quello per il terrore forse un drago, che sarà temuto dai suoi nemici, oppure una persona che Dany arriverà a temere. Alcuni lettori, infine, ritengono che il destriero per l’amore indica che Dany si innamorerà di Jon Snow, ma questa è solamente una congettura.


“...tre tradimenti dovrai conoscere… uno per il sangue, uno per l’oro e uno per l’amore…”


Il tradimento per il sangue sembrerebbe quello perpetrato da Mirri Maz Duur, che causa la morte di Rhaego, il figlio di Dany. Gli altri tradimenti non sono ancora accaduti (Jorah infatti non ha accettato oro per il suo tradimento e la motivazione che l’abbia fatto per amore della sua casa non sembra probabile).


Se ipotizziamo che Dany si innamorerà di Jon e che vorrà sposarlo, il tradimento per l’amore potrebbe essere quello di Jon, che per amore di Dany “tradisce” il suo giuramento di Guardiano della Notte.

Nei libri, Dany sembra essere convinta di aver già subito tutti e tre i tradimenti, anche se la questione è tutt'altro che certa e chiusa.

 


Viserys che urla, oro liquefatto scorre giù lungo le sue guance, allagandogli la gola. Un lord dalla pelle bronzea e dai lunghi capelli argentei è in piedi a fianco del vessillo di uno stallone di fuoco, con una città in fiamme dietro di lui. Rubini schizzano via come gocce di sangue dal petto di un principe morente che si accascia nell’acqua, mormorando il nome di una donna. “…Madre dei draghi, figlia della morte…”


“Figlia della morte” suggerisce che queste sono tre morti importanti nella vita di Dany. La prima è quella di Viserys; la seconda persona è Rhaego, o meglio Rhaego come sarebbe stato se fosse vissuto. Il terzo è Rhaegar, che viene ucciso da Robert sul Tridente. Rimane il dubbio sul nome della donna pronunciato dal Principe della Roccia del Drago: Elia o Lyanna?


Scintillante come il tramonto, una spada rossa si solleva nel pugno di un re dagli occhi azzurri che non proietta alcuna ombra. Un vessillo rappresentante un drago garrisce nel vento davanti a folle giubilanti. Da una torre fumante, una grande bestia di pietra dispiega le ali, respirando fiamme di tenebra. “…Madre dei draghi… sterminatrice della menzogna…”


Ancora, “sterminatrice della menzogna” implica che queste sono tre menzogne che Dany proverà essere false. La prima visone mostra Stannis con in pugno Portatrice di Luce. Sembrerebbe che Dany proverà che Stannis non è Azor Ahai rinato. La seconda visione rappresenta il drago di un guitto. Dany spiega a Jorah, in seguito, che è un mostro di stoffa su pali di legno usato nelle rappresentazioni per dare all’eroe qualcosa contro cui combattere. Forse è la guerra che Ditocorto sembra istigare, o uno dei piani di Varys e Illyrio. Infatti, si è scoperto che Varys aveva ricoperto il ruolo di guitto in passato, e Aegon, il figlio di Rhaegar, è stato da lui custodito e addestrato in segreto. Questo farebbe di Aegon il "drago del guitto". E' quindi possibile che Dany arriverà a svelare la vera identità del pretendente Targaryen, smascherando le sue bugie.


Il drago di pietra sembra essere quello che Melisandre vuole che Stannis risvegli; Dany proverà che anche questa è una menzogna.


La sua cavalla argentea avanza al trotto nell’erba alta, dirigendosi verso un limpido torrente, al cospetto di una prodigiosa volta stellata. Un cadavere in piedi sulla prora di una nave, occhi che brillano nel volto livido, un sorriso triste sulle labbra grigie. Un fiore azzurro nasce da una cavità in una muraglia di ghiaccio, l’aria è piena di fragranza… “Madre dei draghi, sposa del fuoco…”


Anche in questo caso la traduzione italiana è libera, l’originale inglese dice: ‘Bride of death’, letteralmente “sposa della morte”. In ogni caso: “sposa”… sono questi i tre mariti di Dany? La prima scena rappresenta Dany che cavalca verso il torrente dove ha consumato il suo matrimonio con Drogo. La seconda è difficile da decifrare. Alcuni hanno suggerito che si può interpretare “sorriso sulle labbra grigie” come (dall’inglese) gray + joy o Greyjoy; ad indicare che Dany inizierà una relazione con Theon o Euron. La terza visione è una rosa blu che cresce sulla Barriera (la muraglia di ghiaccio). Poiché la rosa blu è il fiore favorito da Lyanna, questo potrebbe indicare che Jon è suo figlio e che Dany si innamorerà di lui. Inoltre se mettiamo in correlazione questo passo con quello dei tre destrieri è possibile che siano descritte le stesse persone.


Ombre che vorticano, che danzano all’interno di una tenda, prive di scheletro, evocatrici di qualcosa di terribile.


Mirri Maz Duur che chiama le ombre per tentare di resuscitare Drogo.


Una bambina corre a piedi nudi verso una grande casa dalla porta rossa.


Dany e la sua casa a Braavos con Willem Darry.


Mirri Maz Duur urla avvolta dalle fiamme, e un drago esce dalla sua fronte.


Dany che brucia Mirri Maz Duur viva sulla pira di Drogo, dalla quale nascono i suoi tre draghi.


Un cavallo argenteo trascina il cadavere di un uomo nudo, ridotto a un cumulo di piaghe.


Questo è ciò che è capitato al mercante di vini che ha tentato di avvelenare Dany.


Un leone bianco in corsa nell’erba, gli steli alti più di un uomo.


Alcuni sostengono che il leone rappresenti Jaime o Tyrion – Jaime perché il leone è bianco, o Tyrion, perché il leone sembra piccolo rispetto all’erba. Comunque, in accordo con le altre scene in questo paragrafo, che appartengono tutte alla vita di Dany, sembra più probabile che il leone bianco sia semplicemente lo hrakkar, ucciso da Drogo per farne un mantello per Dany.


Al cospetto della Madre della montagna, una fila di anziane nude esce dal grande lago e s’inginocchia davanti a lei, corpi tremanti, teste chinate.


Quando il dosh khaleen proclama che Dany porta in grembo lo stallone che monta il mondo.


Diecimila schiavi innalzano mani lorde di sangue, Daenerys che galoppa davanti a loro come il vento. “Madre!” urlano. “Madre!”


La liberazione degli schiavi di Yunkai da parte di Dany, più avanti nella storia.


 

La Profezia di Quaithie


Quaithe, l’enigmatica donna con la maschera laccata rossa, dice a Dany una strana frase, che potrebbe essere profetica:


“Per andare a Nord, dovrai viaggiare a sud. Per raggiungere l’ovest, dovrai dirigerti a est. Per andare avanti, dovrai tornare indietro. E per toccare la luce, dovrai passare tra le ombre.”


“Asshai… vuole che vada ad Asshai delle Ombre” pensò Dany. “Asshai mi darà un esercito?” chiese “Ci sarò oro per me ad Asshai? Ci saranno navi? Che cosa c’è ad Assai che io non possa trovare a Qarth?”


“La verità.” disse l’enigmatica donna mascherata.


È una strana citazione: alcuni lettori credono che Dany dovrà viaggiare fino ad Asshai per qualche motivo prima di invadere il Continente Occidentale. Altri sostengono che Dany dovrà navigare intorno al mondo, prodezza mai provata prima, e attaccare il Continente Occidentale da Ovest.

Ultimo aggiornamento ( giovedý 27 dicembre 2012 )
 
< Prec.   Pros. >
facebook logo