ItalianEnglish
Menu principale
Home
News
George Martin
"Il Trono di Spade" serie TV
I Sette Regni
Immagini
Download
Forum
GuestBook
Sala del Trono
Credits
Disclaimer
Contatti
Link
Visitatori
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi454
mod_vvisit_counterIeri463
mod_vvisit_counterQuesta Settimana917
mod_vvisit_counterQuesto mese12246
mod_vvisit_counterTotale2186849
Advertisement
This A Ring of Ice and Fire site
is owned by AXL.
A Ring of Ice and Fire
[ Home | List | Random | Join ]
Ultimi Aggiornamenti
Altri Personaggi Q - Z
martedý 07 maggio 2013

Quaithe Quaithe delle Ombre è una misteriosissima Sacerdotessa Rossa di Asshai delle Ombre attualmente residente nella Repubblica di... Leggi tutto...
Altri Personaggi F - L
martedý 07 maggio 2013

Lady Falyse Stokeworth Primogenita  di lady Tanda Stockworth, è sposata con ser Barman Byrch.     Franklyn Flowers... Leggi tutto...
Personaggi dei Guardiani Della Notte
martedý 12 giugno 2012

LORD JEOR MORMONT Jeor Mormont, detto Vecchio Orso, è il lord comandante dei Guardiani della notte. Uomo duro e di... Leggi tutto...
Altri Personaggi A - E
martedý 12 giugno 2012

Ser Addam Marbrand Cavaliere al servizio di Lord Tywin Lannister, ser Addam Marbrand è un leader carismatico, che sa facilmente... Leggi tutto...
Personaggi Martell
martedý 12 giugno 2012

 PRINCIPE DORAN NYMEROS MARTELL   Doran Nymeros Martell è il Principe di Dorne e Signore di Lancia del Sole. Primogenito... Leggi tutto...
Le Leggende dei Sette Regni
lunedý 11 giugno 2012

  Rhaegar Targaryen Figlio maggiore di Re Aerys II "Il Folle", erede al trono dei Sette Regni è inizialmente... Leggi tutto...
Altri Personaggi M - P
lunedý 11 giugno 2012

Lady Melisandre d’Asshai    Lady Melisandre, “La Donna Rossa”, è una sacerdotessa del culto del dio... Leggi tutto...
Personaggi del Popolo Libero
venerdý 13 aprile 2012

MANCE RAYDER   Mance Rayder è conosciuto in tutti i Sette Regni come il Re Oltre La Barriera. Era un uomo dei Guardiani della... Leggi tutto...
Personaggi Tully
lunedý 19 settembre 2011

LORD HOSTER TULLY Hoster Tully, lord di Delta delle Acque, padre di Catelyn, Lysa e Edmure, fratello del leggendario guerriero Brynden e... Leggi tutto...
Personaggi Arryn
lunedý 19 settembre 2011

LORD JON ARRYN       Signore del Nido dell’Aquila, lord Jon è stato, per Eddard Stark e Robert Baratheon, un... Leggi tutto...
Le Leggende dei Sette Regni
Scritto da Axl   
lunedý 11 giugno 2012

 

Rhaegar Targaryen

rhaegar-cornice.gif

Figlio maggiore di Re Aerys II "Il Folle", erede al trono dei Sette Regni è inizialmente descritto come un"topo di biblioteca", con un carattere tranquillo, molto differente da quello del padre.

Si racconta che un giorno trovò una pergamena nella biblioteca della Roccia Del Drago e, dopo averla letta, si presentò al maestro delle armi della Rocca, Ser Willem Darry, e gli chiese di insegnargli combattere (pare pronunciò le parole "...sembra che io debba divenire un guerriero...").

Dai capelli argentei come tutti i Targaryen, crebbe in relativa solitudine e le uniche amicizie che ebbe furono Ser Arthur Dayne, detto "La Spada dell'Alba", membro della Guardia Reale.

Divenne un grande guerriero, ma non amava combattere, e fu promesso sposo alla Principessa Elia Martell di Dorne.

Al torneo di Harrenhal, che si svolse nell'anno 280, Rhaegar trionfò sconfiggendo anche l'amico Arthur Dayne e inspiegabilmente assegnò la corona di rose a Lady Lyanna Stark, nominandola "Regina di amore e bellezza", al posto della sposa Elia Martell.

In seguito, rapì Lyanna e la portò al sud, rinchiudendola nella Torre della Gioia, scortata dai tre cavalieri della guardia reale Ser Gerold Hightower, "Il Toro bianco", Ser Arthur Dayne e Ser Oswell Whent.

Successivamente la discesa ad Approdo del Re prima di Brandon Stark poi di Rickard Stark per reclamare la libertà della ragazza, e il loro successivo assassinio da parte di Re Aerys portarono allo scoppio della ribellione guidata da Robert Baratheon, Eddard Stark e Jon Arryn.

Fu proprio Robert Baratheon, col suo terribile martello da guerra, a uccidere Rhaegar nella battaglia del Tridente, spaccandogli con un solo colpo al cuore la nera armatura del principe, con la placca pettorale disseminata di rubini che circondavano l'emblema della sua casata, il drago a tre teste.

 

 

 

Aegon I

Signore della Roccia del drago, uno degli ultimi resti dell’impero di Valyria scomparso da pochi secoli, scese in battaglia contro il Continente Occidentale conquistandolo quasi tutto. Da qui il leggendario appellativo di "Il Conquistatore".

Guerriero poderoso e prestante, sposato alle sue due sorelle Visenya e Rhaenys, assieme a loro guidò una piccola armata cavalcando i tre famosi draghi Balerion, Vhagar e Meraxes, nomi di antiche divinità valyriane, e impugnando la spada d'acciaio di Valyria Fuoconero. I suoi uomini sbarcarono nel luogo dove poi fondò la città di Approdo del Re.

In breve tempo egli conquistò tutto il Continente dalla Barriera alle montagne di Dorne, che fu l’unico regno a resistergli perché gli uomini non si raggruppavano in grandi eserciti, così i draghi non poterono essere sfruttati come invece accadde nella famosa battaglia dei Campi di Fuoco.

Terminata la guerra, Aegon prese le spade degli eserciti sconfitti e con esse e il fuoco dei draghi forgiò il leggendario Trono di Spade, tuttora simbolo di dominio assoluto sui Sette Regni.

Aegon V

Quarto figlio di Re Maekar Targaryen, è tra i più noti dei personaggi del passato.

Egg è il soprannome che aveva da ragazzo, quando si era rasato i capelli per nascondere gli  inconfondibili capelli argentei, caratteristici dei Targaryen, e mischiarsi così al popolino.

In adolescenza divenne scudiero del cavaliere errante ser Duncan l'Alto, e assieme a lui percorse i Sette Regni, conoscendone la vita della gente comune. Fu proprio per difendere ser Duncan ad Ashford che morì Baelor Targaryen, detto "Spezzalancia", erede al Trono di Spade e Primo Cavaliere del Re, incidentalmente per mano del fratello minore Maekar, padre di Egg, che poi divenne Re anni dopo.

Nel 233 Aegon V divenne egli stesso Re, e fu chiamato "L'Improbabile" perché era il quarto figlio di un quarto figlio. Ser Duncan fu il Comandante della sua Guardia Reale.

Il suo regno fu uno degli ultimi periodi di prosperità dei Sette Regni. Morì nel tragico incidente di Sala dell'Estate del 259, dove si presuma abbia tentato di far dischiudere delle uova di drago.

 

 

Aegor Rivers

Conosciuto come "Acreacciaio", era il figlio bastardo di Aegon IV "Il Mediocre" e della sua quinta amante ufficiale, lady Barba Bracken. Aveva capelli neri ma occhi violetti.

La sua vita fu piena di amarezza, a cominciare da quando Aegon scacciò sua madre per prendere una nuova amante, una Blackwood, Casata che è antica nemica dei Bracken. Divenne un grande guerriero e stratega, duro e arrabbiato con il mondo.

Quando Daemon Blackfire innalzò i suoi stendardi di ribellione, Acreacciaio fu uno dei suoi più importanti sostenitori e quando Daemon cadde nella battaglia di Pratorosso, Acreacciaio prese il suo posto alla guida delle armate. Memorabile il suo duello con Brynden Rivers "Bloodraven", dove nessuno dei due fu sconfitto.

Quando la battaglia fu persa, Acreacciaio recuperò Fuoconero, la spada di Valyria del ribelle e di tutti gli antichi Re Targaryen precedenti, e fuggì nelle Città Libere dove fondò una compagnia di mercenari, "La Compagnia Dorata", e dove continuò a tramare ribellioni assieme ai figli sopravvissuti di Daemon.

Lo storico motto di questa compagnia mercenaria da allora è sempre stato "Sotto l'oro l'Acreacciaio!".

 

 

 

Aemon Targaryen

Figlio di re Viserys II, è il più famoso cavaliere della Nobile Casata Targaryen, ritenuto il più nobile cavaliere che sia mai vissuto.

Il suo nome negli annali dei Sette Regni è sempre stato Aemon "Il Cavaliere del Drago".

Era fratello minore di re Aegon IV il Mediocre e della regina Naerys, di cui fui il paladino e, si dice, l’amante. Si dice addirittura che sia il vero padre dell’unico figlio legittimo di Aegon, ossia colui che poi fu re, Daeron II.

Per proteggere e restare vicino alla sorella entrò nella Guardia Reale a soli diciassette anni, per poi divenirne il comandante. Brandiva la spada di acciaio di Valyria "Sorella Oscura". Vinse un torneo come cavaliere misterioso, col nome di "Cavaliere delle Lacrime".

Morì ancora giovane, difendendo il fratello da un attentato organizzato dai fratelli Toyne.

 

 

 

Aerys II Targaryen

Figlio di Jaehaerys II, nacque nel 243 e regnò dal 262 al 283 e fu l’ultimo della dinastia Targaryen a sedere sul Trono di Spade.

Sposato con sua sorella Rhaella, ebbe tre figli: Rhaegar, Viserys e Daenerys, nata dopo la sua morte. All’inizio del suo regno fu un buon re, aiutato dal Primo Cavaliere Tywin Lannister, e diede prosperità al regno e alla Corona, ma la sua sanità mentale peggiorò col tempo fino a fargli meritare il soprannome che porta, e infine causando la ribellione guidata da Jon Arryn, Eddard Stark e Robert Baratheon che portò quest’ultimo sul Trono.

Era soggetto ad attacchi di isteria, che lo portavano ad essere durissimo coi presunti nemici e gli causarono molte cicatrici sul Trono di Spade. Negli ultimi anni, prese l’abitudine di bruciare vivi i suoi nemici nell’altofuoco e non accettava che ci fossero lame in sua presenza, nemmeno per tagliarli i capelli o le unghie: divenne mostruoso da vedere.

Fu ucciso durante la ribellione di Robert Baratheon, dalla Guardia Reale Jaime Lannister che si meritò così da allora il soprannome di "Sterminatore di Re".

 

 

 

Arthur Dayne

Fratello dell’attuale lord Dayne, fu forse l’ultimo dei cavalieri leggendari dei Sette Regni.

Ritenuto il miglior cavaliere mai esistito e il più letale degli spadaccini, forse solo il suo migliore amico Rhaegar gli stava alla pari.

Membro della guardia reale di Aerys, brandiva la spada Alba, forgiata con il metallo bianco di una stella cadente. Da qui deriva il suo soprannome "La Spada dell'Alba".

Quando la Guardia Reale affrontò la Confraternita del Bosco del Re, tremenda banda di fuorilegge, Arthur Dayne fu tra i principali protagonisti duellando e infine uccidendo il Cavaliere Sorridente, il più pericoloso dei banditi.

Ser Arthur morì a Torre della Gioia, quando con i suoi confratelli Gerold Hightower e Oswell Whent fu ucciso in combattimento da Eddard Stark e dai suoi compagni. Il Lord di Grande Inverno ha sempre conservato un triste ricordo del cavaliere, verso il quale provava una forte ammirazione. Riconsegnò personalmente le sue spoglie e la sua spada alla sorella Ashara, fino a Stelle al Tramonto.

Eddard ha sempre asserito che quel giorno a Torre della Gioia ser Arthur Dayne lo avrebbe sicuramente ucciso se non fosse stato per il suo fedele amico Howland Reed.

 

 

 

Bael "Il Bardo"

Leggendario Re oltre la Barriera, noto per la sua grande abilità sia con le armi che con l’arpa, vissuto quando ancora i Bolton e gli Stark erano nemici, ossia circa mille anni fa.

Gli Stark avevano messo una taglia su di lui, e il lord di Grande Inverno lo insultò chiamandolo codardo e oppressore dei deboli. Bael si presentò allora sotto mentite spoglie a Grande Inverno, dicendo di chiamarsi Sygerrik di Skagos, e suonò l’arpa per il lord tanto bene che questi gli offrì una ricompensa a sua scelta. Egli chiese allora il più bello dei fiori di Grande Inverno, e il lord fece cogliere per lui una rosa blu dalle sue serre.

Ma la mattina seguente "Sygerrik" era scomparso, e con lui la figlia del lord. Nel suo letto solo petali azzurri.

All'incirca dopo un anno lord Stark era ormai in fin di vita e disperato, senza eredi, quando una notte sentì il vagito di un neonato provenire dai sotterranei di Grande Inverno. Seguendo il suono delle urla del bambino vi trovò la figlia creduta irrimediabilmente persa, con al seno il figlioletto suo e di Bael. Era rimasta lì nascosta per tutto il tempo. Gli Stark non si erano estinti!

Col tempo il bimbo divenne il nuovo lord di Grande Inverno senza conoscere le origini del padre.

Quando il Bardo, tornato al suo regno, oltrepassò la Barriera con i suoi bruti, suo figlio lo affrontò in battaglia e lo uccise facilmente, perché Bael non osò levare la sua spada contro suo figlio.

Ma gli dèi non sopportano i parricidi, e fecero giustizia: quando portò la testa del bardo al castello, sua madre si gettò dalle mura per il dolore, e lord Stark tempo dopo fu ucciso e scorticato dai Bolton.

 

 

Baelor Targaryen

E' tra i più importanti personaggi della Casa Targaryen.

Nato nel 169, figlio di re Daeron II e di Myriah Martell, la sua prima impresa fu la battaglia di Pratorosso, nel 196 contro i ribelli Blackfire: le armate dei lealisti comandate dal principe Maekar e dal primo cavaliere lord Hayford si stavano scontrando contro quelle ribelli sollevate da Daemon Blackfyre, ma comandate da Aegor Rivers dopo la morte di Daemon, quando Baelor "Spezzalancia" giunse da sud con un’armata di Dorniani.

Le sue forze ebbero il sopravvento sugli scoraggiati seguaci del caduto Daemon, il Drago Nero.

Questa tattica fu cantata dai menestrelli col nome di “Incudine e martello”.

In seguito Baelor fu nominato Principe della Roccia del Drago e Primo Cavaliere di suo padre, di cui era già il legittimo erede al Trono.

Le speranze della gente in un grande re, il più grande dopo Aegon il Conquistatore, furono però brutalmente distrutte al torneo di Ashford del 208, quando prendendo le difese di uno sconosciuto cavaliere, addirittura contro il fratello Maekar e i nipoti, egli fu ucciso incidentalmente dal fratello, che divenne poi Re al suo posto.

 

 

 

Brandon Stark "Il Costruttore"

Personaggio mitologico, si sostiene sia vissuto nell’età degli Eroi, più precisamente ottomila anni fa.

Fu fondatore della dinastia Stark, fece costruire Grande Inverno e la Barriera. Si dice inoltre che, ancora bambino, abbia contribuito alla definitiva costruzione di Capo Tempesta dopo che gli dei del mare furibondi avevano raso al suolo ogni edificio precedente.

Si ritiene comunemente che anche il Dono di Brandon, il territorio gestito dai Guardiani della Notte per il loro sostentamento, sia stato loro dato dal Costruttore, ma alcuni storici argomentano che fu un suo successore. Infatti, Brandon è certamente il cui nome che è stato più spesso dato ad un neonato Stark.

 

 

 

Brandon Stark

brandonstark.gif

Figlio primogenito di Lord Rickard Stark ed erede al trono di Grande Inverno, morto a vent’anni.

Promesso sposo di Lady Catelyn Tully, mentre si recava a Delta delle Acque per il matrimonio fu raggiunto dalla notizia del rapimento della sorella Lyanna da parte di Rhaegar Targaryen. Si diresse allora verso Approdo del Re e sfidò a duello Rhaegar, ma fu imprigionato da Re Aerys II, il folle; il Re chiamò Lord Rickard per riscattare il figlio attraverso un duello, ma all’arrivo del signore di Grande Inverno, Aerys lo ingannò e lo fece bruciare vivo nella sua armatura usando l'altofuoco, mentre Brandon osservava,  con una correggia di cuoio bagnata al collo, collegata ad un apparato.  Nel tentativo di salvare il padre, si strangolò.

Eddard Stark disse di lui a Catelyn: "...lui saprebbe cosa fare, adesso. Lo sapeva sempre. Tutto doveva andare a Brandon : tu, Grande Inverno, ogni cosa. A Brandon, non a me. Lui era nato per essere Primo Cavaliere del re e padre di regine, non io....". 

 

 

 

Brynden Rivers

Figlio bastardo di re Aegon IV e della sua sesta amante ufficiale, lady Mylessa Blackwood è ricordato con il soprannome di "Bloodraven".

Albino, di scarsa prestanza fisica, era circondato da un’aura di mistero e inquietudine che lo portarono ad essere temuto come stregone.

Fu amante di Shiera Seastar, un’altra figlia bastarda di Aegon IV, la donna più affascinante del tempo, a sua volta ritenuta una strega. Portava la spada "Sorella Oscura", che fu di Visenya e di Aemon "Il Cavaliere del Drago", ma preferiva il suo arco lungo di legno di albero-diga.

Fece la sua comparsa nella storia durante la ribellione del suo fratellastro Daemon Blackfire, spalleggiato da Aegor Rivers “Acreacciaio”. Anche per odio verso quest’ultimo Bloodraven scelse di rimanere leale a Daeron II, il re considerato legittimo.

Alla battaglia di Pratorosso giocò un ruolo fondamentale: a capo di una truppa di arcieri chiamati i "Denti del Corvo", che scagliavano frecce bianche, scoprì Daemon spossato alla fine di un estenuante duello con Gwayne Corbray e lo uccise trafiggendolo con almeno sette frecce; per questo fu poi chiamato "Assassino del proprio sangue". Privati del loro leader, i ribelli alla lunga cedettero alle forze lealiste; ma Acreacciaio non accettò la sconfitta e tentò di continuare a combattere, affrontando Bloodraven in duello. Nessuno dei due fu ucciso, ma Acreacciaio cavò un occhio a Bloodraven prima di essere separato da lui e prima di ritirarsi dal campo della battaglia ormai persa.

Deceduto re Daeron II, Bloodraven divenne Primo Cavaliere di re Aerys I, e la sua cupa fama divenne ancora più cupa: si disse che dominava gli avvenimenti in tutto il regno grazie alle sue spie e alle sue stregonerie. Ancora oggi si canta una canzone su di lui e sui suoi oscuri sortilegi: “Un migliaio di occhi, e uno”.

Non si sa quale fu il suo potere durante il regno di Maekar. Quando però salì al trono Aegon V, nel 233, Bloodraven venne imprigionato, condannato per stregoneria e mandato alla Barriera, dove divenne di lì a qualche anno Lord Comandante dei Guardiani della notte.

 

 

 

Criston Cole

E' stato il principale responsabile della terribile guerra dinastica ricordata come "La Danza dei Draghi". Questa ebbe luogo dopo la morte di re Viserys I. Il suo successore sarebbe dovuto essere la figlia Rhaenyra, ma il comandante della Guardia Reale, ser Cole, convinse un figlio della seconda moglie di Viserys a farsi avanti e reclamare il trono. Per questo Cole è passato alla storia con il nome di "Il Creatore di Re".

Aegon II si proclamò re, ma passò i due anni del suo regno a combattere contro la legittima pretesa di Rhaenyra.

Molti draghi, molti principi e molti cavalieri perirono nella guerra.

Si sussurra che Cole fosse stato amante di Rhaenyra, ma lei stancatasene lo abbia costretto ad arruolarsi nella Guardia Reale, e fu per vendetta che sostenne l’illegittima pretesa di Aegon.

 

 

 

Daemon Blackfire

Figlio bastardo di Aegon IV il Mediocre e di sua cugina Daena la Disobbediente.

Daena con le sue sorelle fu rinchiusa in una torre dal fratello Re Baelor per evitare che la loro bellezza lo facesse cadere in tentazione. Ma Daena, nonostante le sue guardie, riuscì a incontrarsi con l’allora avvenente cugino e a concepire un figlio. Il piccolo Daemon divenne scudiero, e solo quando in una mischia sconfisse un grande numero di avversari suo padre divenuto re lo riconobbe quale suo figlio.

In quell’occasione gli donò Blackfyre, la spada di acciaio di Valyria che fu di Aegon il Conquistatore che era stata posseduta da tutti i re.

Poi nel 184, in punto di morte, re Aegon legittimò tutti i suoi figli bastardi. Suo successore fu il figlio che aveva avuto dalla sua legittima moglie, Daeron II. Nel frattempo Daemon era divenuto un uomo estremamente avvenente, cavalleresco e popolare. Grande combattente con tutte le armi, con la spada in mano veniva descritto come "Il Guerriero" in persona. Gli uomini lo ammiravano e lo seguivano, le donne lo adoravano. Ma il suo vero amore era per la cugina, la sorella di Daeron che egli aveva concesso in moglie al principe di Dorne. A sua volta Daeron aveva sposato la sorella del principe, e la sua corte era frequentata da Dorniani, bardi e maestri. Molti erano contenti di questo stato di cose. Allora nel 195 Daemon si proclamò legittimo erede di Aegon IV, legittimato dalla spada, e scatenò una rivolta contro Daeron. Prese il nome di Blackfyre e lo stemma dei Targaryen coi colori invertiti: un drago a tre teste nero su campo rosso.

Il reame fu squarciato in due, uomini di grande fama si schierarono sia con il drago rosso che con il drago nero, perché entrambe le parti sembravano avere gli stessi diritti. La guerra terminò con la spaventosa battaglia di Pratorosso, nel 196, in cui diecimila uomini morirono. La battaglia fu decisa quando, al termine di un duello durato un’ora, Daemon sconfisse Gwayne Corbray, ma in quel momento Brynden Rivers, detto "Bloodraven" e i suoi uomini trafissero il pretendente al trono con una raffica di frecce bianche, e la guerra fu persa.

 

 

 

Daeron I Targaryen

Primo figlio di Aegon III "Veleno di Drago", regnò dal 157 al 161.

Salì al trono a quattordici anni. Era un affascinante cavaliere e fu in grado di conquistare Dorne, che pure Aegon il Conquistatore aveva rinunciato a piegare. Scrisse le sue imprese in un libro, esagerando di molto il numero e il valore dei nemici per dar risalto alle proprie imprese. Ma dopo solo due settimane di sottomissione i Dorniani si ribellarono e in breve tempo tutti i quarantamila soldati del re rimasti nel regno furono uccisi, e il re medesimo trovò la morte a soli diciotto anni.

Per la sua giovane età e per le sue conquiste è ricordato con l'appellativo di "Il Giovane Drago".

 

 

 

Duncan "L'Alto"

Cavaliere errante di umili origini, asceso a Lord Comandante della Guardia Reale e confidente di re Aegon V.

Orfano, nato nel Fondo delle Pulci di Approdo del Re nel 192 o 193, fu preso come scudiero dal cavaliere errante ser Arlan di Pennytree. Nel 209 Arlan morì, lasciando Dunk solo al mondo.

Il prestante e altissimo ragazzo decise di recarsi al torneo di Ashford e parteciparvi, dichiarando di essere stato fatto cavaliere da Arlan in punto di morte. Qui incontra un ragazzo calvo di nome Egg, che più tardi scopre essere il principe Aegon. Tuttavia non poté partecipare al torneo.

Vedendo il principe Aerion, fratello di Egg, maltrattare una ragazza, ne prese le parti con foga, ma fu arrestato per aver malmenato un membro della famiglia reale. Si decise di giudicarlo tramite un Giudizio dei Sette, duello di sette guerrieri contro sette. Alla fine ne uscì vincitore, costringendo Aerion ad arrendersi e ritirare le accuse, ma nel combattimento tre validi uomini schieratisi dalla sua parte morirono, tra cui il principe Baelor "Spezzalancia", erede al Trono e speranza del reame. Maekar, padre di Aegon e fratello di Baelor, concesse poi al figlio minore di seguire Duncan nelle avventure di cavaliere errante quale suo scudiero.

Col tempo Aegon divenne Re e Duncan Lord Comandante della sua Guardia Reale. Si ritiene che entrambi siano morti nel misterioso e controverso disastro di Sala dell'Estate.

 

 

 

Gerold Hightower

Lord Comandante della Guardia Reale sotto Aerys II è da tutti ricordato come un personaggio di grande valore e onore, tra i più notevoli di quel gruppo di magnifici guerrieri, che Jaime Lannister ritiene essere stati superiori a qualsiasi guerriero contemporaneo.

Morì a Torre della Gioia, dove assieme ai suoi confratelli Arthur Dayne e Oswell Whent cadde combattendo contro Eddard Stark e sei suoi compagni. In tre contro sette portarono con loro nella tomba cinque uomini. Gli unici a salvarsi furono Lord Eddard e Howland Reed.

 

 

 

Harren "Il Nero"

Harren era il nipote di Re Harwyn Hoare "Manodura", il re delle Isole di Ferro che estese il suo dominio fino al Tridente.

Era un tiranno arrogante e superbo, ben poco amato dai suoi sudditi, e quando Aegon il Conquistatore giunse nei Sette Regni rimase presto senza sostenitori.

Harren fu tanto arrogante da voler veder costruito il castello con le sale più grandi e le torri più colossali del Continente, quella mostruosa fortezza a cui diede il nome di Harrenhal. Per costruirla impiegò quarant’anni e ridusse alla miseria le Isole e i Fiumi. Il giorno stesso in cui fu terminata, giunse la notizia dello sbarco di Aegon.

Poco tempo dopo i suoi draghi assaltarono il suo castello praticamente vuoto, bruciarono le torri e entro di esse bruciarono vivo pure Harren il Nero, ultimo re delle Isole di Ferro, e tutti i suoi figli e nipoti, ponendo fine completamente alla sua stirpe.

 

 

 

Il Re della Notte

Tredicesimo Lord Comandante dei Guardiani della Notte, e di sicuro quello di cui resta un ricordo più cupo.

Una notte vide una donna con la pelle pallida come la luna e dagli occhi blu come il ghiaccio e se ne innamorò. Ma quella donna era fredda come il ghiaccio, e con il suo seme le diede la sua anima.

La portò al Forte della notte, chiamò lei regina e se stesso re e con stregonerie assoggettò la Confraternita alla sua volontà.

Per fermare la sua sete di potere, il Re oltre la Barriera Joramun e il Re del Nord dovettero unire le loro forze, finché Re Stark riuscì ad ucciderlo. Dopo la sua morte si scoprì che faceva sacrifici agli Estranei, e il suo nome fu dimenticato. Secondo alcuni era in realtà il fratello dello Stark che lo uccise.

 

 

 

Jon Arryn

jon-arryn.gif

Signore del Nido dell’Aquila, lord Jon è stato, per Eddard Stark e Robert Baratheon, un secondo padre.

Quando, con l’assassinio, da parte di re Aerys II Targaryen, del padre e del fratello di Ned, e del rapimento, ad opera del principe ereditario Rhaegar, di Lyanna Stark, sorella di Ned e promessa sposa di Robert, scoppia la guerra, Jon Arryn non esita a schierarsi al fianco dei suoi protetti. A guerra terminata, diviene Primo Cavaliere di re Robert, e regna al suo fianco per circa quindici anni.

Nonostante fosse molto vecchio, la sua morte suscita molte perplessità, tanto è stata rapida ed improvvisa, e possiamo considerarla la fonte della saga, perché è con essa che hanno inizio le vicende.

Lascia un figlio di otto anni, Robert, chiamato così in onore dell’amato re, avuto dalla sua terza moglie, lady Lysa della casa Tully. 

 

 

 

Joramun

Mitico Re oltre la Barriera, vissuto poco dopo la Lunga Notte e la costruzione della Barriera stessa, fu il primo re a radunare le tribù dei Bruti per invadere le più accoglienti terre del sud.

In un altro tempo si alleò con l'allora Stark di Grande Inverno per deporre il Re della Notte, che aveva incatenato i Guardiani al suo volere.

Da lui prende nome il leggendario Corno che dovrebbe svegliare i giganti del Nord e far crollare la Barriera.

 

 

 

Leo Tyrell

Ricordato con il soprannome di "Lungaspina" è stato a detta di tutti il più grande cavaliere della Casa Tyrell, esempio che tutti i giovani dell’Altopiano tentano di emulare.

 

 

 

Lyanna Stark

 

 

lyanna-stark.gif

 

Terza figlia di Lord Rickard Stark e promessa sposa di Robert Baratheon, morta a 16 anni.

Nota in tutti i sette regni per la sua bellezza, durante il torneo di Harrenhal il principe Rhaegar Targaryen la cinse con la corona di rose, nominandola così regina di Amore e Bellezza del torneo, al posto della moglie Elia Martell. Lo stesso principe la fece rapire poco dopo e la rinchiuse in una torre nelle montagne di Dorne

Questo evento causò la morte del padre e del fratello Brandon, e lo scoppio della guerra guidata da Robert Baratheon, che vendicò l’affronto uccidendo Rhaegar nella battaglia del Tridente. Lyanna fu riscossa dal fratello Eddard che, accompagnato dalle sue truppe dopo il saccheggio di Approdo del Re, sconfisse i tre cavalieri lasciati come guardia, ser Gerold Hightower, comandante della guardia reale, ser Arthur Dayne e ser Oswell Whent, altri due membri della guardia reale. Il salvataggio fu però tardivo e Lyanna morì tra le braccia del fratello, facendogli promettere di essere sepolta nella cripta di Grande Inverno con padre e fratello.

Oltre alla grande bellezza, è sottolineato il suo amore per Robert, nonostante conoscesse la sua passione per le avventure amorose :  "L'amore è una cosa dolce, caro fratello, ma non può cambiare la natura di un uomo" disse a Eddard. Era comunque ricambiata e anche dopo la morte il suo promesso sposo ne serbava un ricordo che infastidiva la regina Cersei Lannister.

 

 

 

Lyonel Baratheon

Lord di Capo Tempesta all’inizio del terzo secolo dalla Conquista.

Cavaliere di grande classe, si meritò il suo soprannome "La Tempesta che ride" per la risata tonante con cui disarcionava i suoi avversari e spezzava le creste sui loro elmi nei tornei.

Durante il Torneo di Ashford del 209 prese le parti del cavaliere errante Duncan l’Alto nel Giudizio dei sette, un duello tra sette guerrieri per risolvere una controversia: lo fece sia per cavalleria, difendendo la ragione di Duncan, sia per la gloria di partecipare a un evento tanto raro. Si distinse tra i combattenti di quello scontro.

 

 

 

Maegor I Targaryen

Figlio di Aegon "Il Conquistatore" e di Visenya, la più bellicosa delle due mogli e sorelle di Aegon.

Terzo re Targaryen a dominare dopo il padre Aegon e il fratellastro Aenys I, di cui fu Primo Cavaliere, prese il trono a discapito del legittimo erede, il figlio di Aenys, Jaehaerys I.

Ebbe ben nove mogli, di cui una si chiamava Jeyne della casa Westerling.

Il suo regno fu severo e duro, addirittura spietato: tre Gran Maestri e molte delle sue mogli furono giustiziati per non averlo soddisfatto.

Tra le maggiori opere di questo inquietante re c’è la costruzione della Fortezza Rossa, e quando l’imponente castello fu terminato tutti coloro che avevano messo mano alla sua costruzione furono trucidati, per garantire che i più oscuri segreti del maniero restassero noti solo a lui.

Per questo e altri terribili episodi di crudeltà passò alla storia con il soprannome di "Il Crudele".

Fu ucciso sul Trono di Spade, secondo la leggenda addirittura dal Trono stesso. Non ebbe mai eredi, e gli successe proprio quel Jaehaerys i cui diritti aveva usurpato in precedenza.

 

 

 

Nymeria

Principessa della Rhoyne, un largo fiume del Continente Orientale presso le Città Libere, si dice che condusse un esercito di diecimila navi cariche di donne guerriere a Dorne. Qui si alleò e sposò lord Mors Martell, con cui unificò tutta Dorne.

Grazie alle particolari tradizioni che Nymeria condusse con sè dall'Oriente i signori di Dorne, unici nei Sette Regni, da allora non si fanno più chiamare "Lord" ma "Principi", titolo ereditario che passa di diritto al primogenito, sia esso maschio o femmina, a differenza di quanto avviene in tutto il resto del Continente, dove titoli, terre e possedimenti passano al primo figlio maschio.

 

 

 

Raymun Barbarossa

Fu Re oltre la Barriera ai tempi in cui Jack Musgood era Lord Comandante dei Guardiani della Notte. Raymun riuscì a superare la Barriera facendone raggiungere la sommità ad alcuni scalatori che avendo poi trovato un solido punto d’appoggio calarono ramponi, funi e scale per permettere la scalata ad altre migliaia di bruti.

Il comandante dei Guardiani della Notte a seguito dell’evento da “Jack l’Allegro” divenne “Jack l’Addormentato” ed i bruti guidati da Barbarossa scesero sul Nord. Furono però annientati sulle rive del Lago Lungo in un bagno di sangue perchè presi tra i due eserciti guidati da Lord William Stark di Grande Inverno e Harmond Umber “il Gigante ubriaco”.

In quella stessa battaglia Raymun Barbarossa venne abbattuto da Artos Stark “l’Implacabile”, fratello minore di Lord William. I Guardiani della Notte non arrivarono in tempo per partecipare alla battaglia e furono relegati a seppellire i morti mente Artos Stark piangeva sul corpo decapitato del fratello.

 

 

 

 

Symon Toyne

Capo della Fratellanza di Bosco del Re, pericolosa banda di fuorilegge, è stato l'ultimo rappresentante di una casata sfortunata.

Dopo che Terrence Toyne fu trovato a letto con l’amante di re Aegon IV e per questo decapitato, i suoi fratelli tentarono di vendicarlo ma morirono nel tentativo assieme a Aemon Targaryen, il Cavaliere del Drago.

Da allora la famiglia visse sempre in conflitto con la Corona.

Durante il regno di Aerys II, Simon Toyne si ritrovò ad essere a capo della banda di fuorilegge più pericolosa vista durante il dominio dei Targaryen, malfamata per il rapimento di nobili, quasi impossibile da catturare. Tra i suoi membri c’erano Wenda "Il Daino Bianco", Oswyn "Lungocollo", Ulmer l’arciere, Ben "Il Panzone" e soprattutto il folle "Cavaliere Sorridente". Nel 281 fu mandata una grossa spedizione di cavalieri ad affrontarla, tra cui ser Arthur Dayne, ser Barristan Selmy, lord Sumner Crakehall e i suoi scudieri Jaime Lannister e Merrett Frey.

In uno scontro finale le forze del re ebbero la meglio: Dayne uccise il Cavaliere Sorridente, mentre Barristan Selmy uccise Simon, ultimo dei Toyne.

 

 

 

Thorren Stark


Fu l'ultimo Re del Nord.

Radunò un esercito per respingere Aegon Targaryen e giunse fino al Tridente nella sua marcia contro l'invasore, ma alla vista dell'armata Targaryen e del terribile drago Balerion decise di arrendersi.

In cambio della sua Corona di Ferro e della sua fedeltà Aegon "Il Conquistatore" gli consegnò il titolo di Protettore del Nord.

Nell'esatto punto in cui Thorren si inginocchiò è stata costruita una locanda nota al popolino come "La Locanda dell'Uomo inginocchiato".

 

Ultimo aggiornamento ( mercoledý 13 giugno 2012 )
 
< Prec.
facebook logo